Trattamento d'impregnazione e verniciatura del legno in autoclave con il sistema del doppio vuoto

Impregnatori IMP-PG per telai di finestre, griglie, persiane, porte o elementi sciolti

Gli impregnatori sottovuoto IMP-PG di ISVE sono stati progettati con lo scopo preciso di preservare il legno dall'attacco di agenti atmosferici e biologici come  funghi, insetti e batteri. Questi impianti di impregnazionepermettono infatti l'applicazione ottimale di trattamenti protettivi specifici, scelti  in base all'essenza legnosa e alla classe di rischio. Il  tutto senza stravolgere naturali caratteristiche delle diverse essenze legnose. La  possibilità  d’impiegare  impregnanti  all’acqua  o al solvente e  la  nebulizzazione  del  prodotto  in un’autoclave chiusa ermeticamente significano inoltre totale rispetto per l’ambiente.

Come funzionano gli impianti IMP-PG

I pezzi da trattare vengono appesi ad un telaio mobile ed introdotti nell'autoclave, che esegue il procedimento in una sequenza automatica consistente in:

  • una fase di vuoto iniziale per disareare i vasi del legno
  • una successiva fase di immissione del prodotto impregnante, che viene nebulizzato con ugelli opportunamente disposti all'interno dell'autoclave
  • una fase finale di stabilizzazione della pressione atmosferica

Il procedimento può essere programmato in modo da ottenere un'impregnazione più o meno profonda secondo le necessità qualitative. In linea di massima si possono eseguire 2/3 cicli ora. L'immobilizzo di prodotto impregnane è molto esiguo (60-70 litri).

I vantaggi degli impianti IMP-PG

L'utilizzo dell'impregnazione sottovuoto di semilavorati in legno consente:

  • una effettiva penetrazione del prodotto impregnante nei pezzi trattati, specie nelle zone di testa del legno e all'interno di fori o cavità dove è più necessaria la protezione,
  • un ottimo ancoraggio del prodotto sulla superficie legnosa,
  • assenza di esalazioni nocive,
  • assenza di evaporazione dei solventi che compongono il prodotto impregnante,
  • sensibile risparmio di prodotti impregnanti e vernici
  • l'utilizzo, nello stesso impianto, di un’ampia gamma di prodotti impregnanti per la protezione o la cura contro il tarlo, le termiti, i funghi, ecc., per legni sottoposti alle classi di rischio 1, 2 e 3.
  • protezione omogenea del legno contro i raggi solari
  • protezione totale contro l’umidità e l’acqua
  • applicazione omogenea delle vernici e totale penetrazione della resina nei giunti, fessure e zone deboli (non protette con altri processi)
  • perfetta penetrazione del prodotto verniciante anche nelle porosità più piccole tramite l'applicazione del doppio vuoto (vac-vac). Ciò permette una durabilità dei lavorati di gran lunga superiore ai sistemi tradizionali
  • massima tenuta tra finitura e fondo
  • notevole riduzione del tempo di preparazione delle superfici dopo l’applicazione del fondo grazie al ridottissimo fenomeno del “sollevamento del pelo”
  • recupero di tutto il prodotto non applicato sui pezzi
  • assenza di scarti di lavorazione.

 Questi impregnatori legno, ermeticamente chiusi e a ciclo automatico, eliminano inoltre la necessità di:

  • utilizzare personale specializzato
  • adottare costose attrezzature per il trattamento e filtrazione dei residui della verniciatura
  • consumare più prodotto verniciante del necessario
  • effettuare gravosi controlli per garantire un valore di qualità costante