IMP-PG per travature

Impregnature IMP-PG oscillante per travature tetti

ISVE ha recentemente ampliato la sua gamma d’impregnatori a pioggia con il nuovo modello IMP-PG "Oscillante". Questa autoclave sottovuoto consente l’impregnazione di travature per tetti disposte in pacchi opportunamente listellati. L’applicazione e l’impiego dell’IMP-PG si presta per conferire al legno la protezione per le seguenti classi di rischio:

  • Classe di rischio 1: situazione in cui il legno o il prodotto a base di legno è riparato, completamente protetto dagli agenti atmosferici e non esposto all’umidità.
  • Classe di rischio 2: situazione in cui il legno o il prodotto di legno è riparato e completamente protetto dagli agenti atmosferici, ma in cui un’elevata umidità ambientale può determinare umidificazione occasionale ma non persistente.
  • Classe di rischio 3: situazione in cui il legno o il prodotto di legno non è riparato e non si trova a contatto con il terreno. Esso si trova continuamente esposto agli agenti atmosferici oppure, pur essendo protetto contro gli stessi, è soggetto a umidificazione frequente.

In questi tre casi, definiti dal CEN (Comitato europeo di Normalizzazione), gli impianti IMP-PG garantiscono protezione e longevità estetica al legno d’opera.

 

 

 

 

Come funzionano gli impregnatori oscillanti

Le travi da trattare vengono listellate in pacchi e caricate su un carrello, che viene introdotto nell’autoclave. Il ciclo d’impregnazione ha inizio con l’azionamento della pompa del vuoto, che ha la funzione di eliminare l’aria presente nelle fibre legnose. In questa fase, l’apertura delle “porosità” del legno favorisce la successiva penetrazione del prodotto impregnante. Sul fondo dell’autoclave è presente il deposito in cui vengono versati 100-600 litri di soluzione preservante. Per mezzo di una pompa il prodotto viene inviato ad una serie di ugelli automatici di nebulizzazione, disposti su due intelaiature ad anello.Gli anelli di polverizzazione sono montati su un carrello che si muove per tutta la lunghezza dell’autoclave con moto orizzontale alternato. Questo movimento ha la chiara funzione di irrorare i pezzi per tutta la lunghezza. L’impregnante viene polverizzato creando una nebbiolina finissima che si deposita in tutte le intercapedini del legno rivestendone completamente la superficie. La parte eccedente di prodotto si rideposita sul fondo dell’autoclave e viene reimpiegata evitando qualsiasi spreco.

I vantaggi 

Trattare il legno con gli impregnatori oscillanti IMP-PG, se coadiuvati da un prodotto impregnante valido, assicura una perfetta protezione idrofuga, anticrittogamica ed insetticida della superficie della trave. I vantaggi ottenibili sono evidenti: innanzitutto, in termini di rendimento, non si ha alcuna perdita di prodotto o fuoriuscita di solvente dall’interno dell’autoclave che, per garantire il vuoto, deve essere a tenuta ermetica. L’automazione del processo permette di ottenere un guadagno di tempo dell’ordine del 60%, rispetto ad un trattamento tradizionale fatto a spazzola, pennello o pistola a spruzzo. In termini di qualità, la travatura è perfettamente impregnata e con colori uniformi mentre, sotto il profilo ambientale, non ci sono perdite od odori sgradevoli. L’azione del vuoto consente un’elevatissima penetrazione e aderenza della vernice alla superficie interna dei pori del legno, risultato che si può ottenere solo grazie ad un trattamento in autoclave.