I funghi sono degli organismi vegetali inferiori privi di clorofilla, che si nutrono a spese di materiali organici già elaborati. Questi materiali possono essere residui di organismi un tempo viventi (ed allora i Funghi sono detti Saprofiti) oppure parte integrante di organismi in attività vitale (nel qual caso i Funghi sono Parassiti). L’importanza dei funghi nel campo del legname è particolarmente notevole per i fenomeni di distruzione e di disorganizzazione del corpo legnoso che essi provocano.

Funghi da carie del legno
Per lo sviluppo di questi funghi è necessaria una umidità del legno superiore al 20%.

  • Funghi Basidiomiceti da carie: sono funghi che quando attaccano la cellulosa provocano una diminuzione delle dimensioni del legno, accompagnata da una fessurazione in prismi o cubetti privi di consistenza tanto da poter essere schiacciati con le dita. L’area di sviluppo del fungo assume colore bruno, da cui deriva il nome di carie bruna o distruttiva.
    Se l’attacco dei basidiomiceti non si limita alla cellulosa ma coinvolge anche la lignina, il legno assume un colore più chiaro di quello del materiale sano e si riduce addirittura ad una massa fibrosa biancastra (carie bianca o carie corrosiva).
     
  • Funghi Deuteromiceti da carie soffice: funghi che provocano un tipo di carie caratterizzata da rammollimento superficiale del legno, per quanto possano provocare carie in profondità. Questi funghi richiedono una umidità del legno più elevata rispetto a quella necessaria ai basidiomiceti. Sono di particolare importanza per il legno che si tr ovi a contatto con il terreno o in acqua. 

Sviluppo del fungo della marcescenza (macchie scure)
denominata "carie soffice" che a poco a poco distruggerà
la struttura del legno rendendolo simile ad una spugna friabile.

 

 

 

 

Funghi da colorazione
Causano l’azzurramento e muffa sul legno in opera. Questi funghi possono destare preoccupazioni soltanto dal punto di vista estetico, provocando in alcuni casi la degradazione dei rivestimenti decorativi.

 

  • Funghi dell’azzurramento: provocano una colorazione permanente da blu a nero di intensità e profondità variabile, soprattutto nell’alburno di certi legni. L’attacco di questi funghi non incide sulle proprietà meccaniche del legno, ma può aumentarne il grado di permeabilità.

Azione del fungo blu che durante lo sviluppo riesce a 

sfondare il film di vernice e sbucare all'esterno

 

 

 

  • Muffe: funghi che si presentano come macchie di vario colore sulla superficie del legno umido e che si possono manifestare soltanto quando l’umidità sulla superficie del legno è maggiore del 20%. Tale condizione si verifica in presenza di una elevata umidità relativa o alla condensazione del vapore acqueo. L’attacco delle muffe non influisce significativamente sulle proprietà meccaniche del legno ma ne rende l’aspetto indesiderabile o inaccettabile. Questi funghi non sono specifici del legno e possono comparire su qualsiasi materiale avente una elevata umidità.