Essiccatoio ISVE serie EMV a vuoto continuo/discontinuo per tavole

Sistema di diffusione del calore negli essiccatoi serie EMV

Essiccatoi EMV:  dimensioni contenute, elevata produttività

Gli essiccatoi ISVE serie EMV sono indicati per l’essiccazione di tavole di legno delle più disparate essenze. Sono noti anche come impianti di essiccazione a "vuoto continuo/discontinuo" perché la fase del vuoto può essere interrotta da cicli di aria calda e umida che permette un rapido riscaldamento del legno. Negli impianti EMV la catasta è composta da tavole opportunamente listellate che vengono posizionate sul pianale del carrello di carico dell’autoclave. Una volta chiuso l’impianto ed impostati i parametri sul computer di controllo (Vacutronic), il ciclo d’essiccazione può avere inizio.

Impianti EMV: come funzionano

In una prima fase nell’autoclave di essiccazione viene fatta circolare aria calda caratterizzata da un elevato tasso di umidità. All’inizio del ciclo è importante aumentare gradualmente la temperatura del legno evitando che inizi l’essiccazione della parte più superficiale delle tavole. L’elevato valore di umidità, controllato elettronicamente a mezzo di sonde, impedisce che si generino pericolose tensioni lungo la sezione del legno. Una volta innalzata la temperatura della catasta ai livelli desiderati, la pompa del vuoto provvede ad evacuare tutta l’aria dall’autoclave. Raggiunto il valore di vuoto stabilito, il calore assimilato dal legno fa evaporare l’acqua dalle tavole provocandone l’essiccazione. Queste fasi, riassunte in maniera molto semplice, si ripetono più volte nell’ambito del processo, coniugando in maniera ottimale l’utilizzo dell’aria calda ed umida con il vuoto, elemento indispensabile per un essiccazione veloce e di qualità.

Perchè scegliere un essiccatore EMV

Le dimensioni contenute degli essiccatori EMV rispetto alla loro produttività consentono un notevole risparmio in termini di spazio ed una facile ubicazione dell’autoclave nell’interno dell’azienda, senza dover effettuare particolari opere murarie o d’allacciamento. I materiali di qualità impiegati nella costruzione dell’autoclave, come l’acciaio inox e l’alluminio, garantiscono la durata contro la corrosione, mentre la scelta della componentistica proveniente da primarie aziende italiane ed estere permette il raggiungimento di un’elevata affidabilità. Queste caratteristiche, comuni a tutti gli essiccatoi ISVE, si riflettono sull’elevata qualità d’essiccazione realizzata in tempi brevi e con costi di esercizio estremamente contenuti.

Carrello di carico con catasta di tavole listellate pronte per il carico in autoclave