Essiccatoi sottovuoto modello EM2V e EM5V

EM2V

Gli essiccatoi sottovuoto ISVE EM2V e EM5V sono stati progettati e realizzati espressamente per i laboratori di falegnameria di piccole medie dimensioni, di imprese cioè che, pur con modesti quantitativi di legname da essiccare,  hanno esigenze qualitative elevate, richiedono tempi d’essiccazione ristretti e macchinari pratici da usare. Il modo di funzionamento dell’impianto da 2 o 5mc è del tutto identico a quello dei nostri impianti di maggiori dimensioni. La diversità rispetto a quegli impianti oltre che nelle dimensioni è in alcune caratteristiche tecniche e costruttive; per esempio il tipo di riscaldamento può essere unicamente di tipo elettrico tramite resistenze riscaldanti.

Anche in questa macchina è presente un generatore di vapore che umidificando opportunamente le superfici del legno in essiccazione evita il formarsi delle piccole spaccature e fessurazioni che si verificano con altri sistemi di essiccazione. Il gradiente di umidità necessario tra ambiente e materiale, viene costantemente controllato per mezzo di un condensatore che fa precipitare il vapore in sospensione. 

L’impianto di essiccazione legno è dotato di computer di conduzione in grado di facilitare la programmazione del processo senza alcuna difficoltà di apprendimento della tecnologia. Il sistema Vacutronic consente di procedere con tre modalità differenti:

  • totalmente automatica;
  • semiautomatica;
  • manuale.
     

La variazione di ciascun parametro può essere visualizzata collegando il computer dell’essiccatoio ad un comune PC con sistema operativo Windows. Con questo sistema oltre al controllo a distanza del ciclo, si potranno archiviare tutte le fasi del processo.

L'impianto, funzionante a basse temperature, permette l'evaporazione dell'acqua contenuta nel legname da trattare senza sottoporlo a sbalzi termici che possono causare fessurazioni e deformazioni. Grazie ad un generatore di vapore ed all’acqua evaporata dal legno in essiccazione, le superfici del materiale vengono mantenute umidificate, evitando il formarsi delle piccole spaccature che si verificano con altri sistemi di essiccazione. Il gradiente di umidità necessario tra ambiente e materiale, viene costantemente controllato per mezzo di un condensatore che fa precipitare il vapore in sospensione. Il condizionamento della camera di essiccazione è mantenuto grazie ad un elettroventilatore con delle resistenze elettriche che provvedono al riscaldamento dell’aria che viene fatta circolare nella catasta. Questo condizionamento ambientale, seguito dal ciclo di vuoto, avvia il processo di trasmigrazione dell'acqua attraverso le pareti cellulari del legname, dalle sue parti interne verso le superfici, dalle quali l'acqua viene continuamente evaporata sino al raggiungimento delle condizioni di essiccazione desiderate. L'acqua di condensa che si deposita sul fondo dell'autoclave viene periodicamente espulsa per mantenere costanti le condizioni ambientali.

Ne conseguono i seguenti vantaggi:

  • RISULTATI PERFETTI PER: assenza di sensibili deformazioni e fessurazioni; assenza di alterazioni di colore; assenza di tensioni interne; inalterata resistenza del materiale essiccato.
  • POSSIBILITA' DI ESSICCARE: materiale in spessori elevati e con la massima umidità; tavolame di ogni tipo ed essenza.
  • BASSI COSTI DI ESERCIZIO PER: minime perdite termiche; razionale uso dell'energia termica ed elettrica; nessuna necessità di interventi manuali.
  • BASSI COSTI DI MANUTENZIONE PER: costruzione semplice e razionale; semplici dispositivi di automazione; materiali anticorrosivi.

 

Caratteristiche principali degli impianti EM2V e EM5V

  • Autoclave:
    - in acciaio inox AISI 304 per l'essiccazione di legni contenenti agenti corrosivi (rovere, castagno, ecc.)
    -rivestimento coibentante in materiale isolante di spessore pari a 50 mm.
  • Quadro elettrico di comando con microprocessore per la conduzione in automatico dell'essiccazione e del suo arresto.
  • Sonde controllo umidità di un elemento campione.
  • Sonde controllo temperatura legno in essiccazione.
  • Carrello a estrazione manuale con le seguenti caratteristiche:
    - capacità pari ad un catasta di mm 700x700 con una lunghezza di 6.000mm
    - binari esterni per lo scorrimento del carrello.
  • Riscaldamento realizzato tramite 3 resistenze situate sul fondo dell’autoclave.
  • Pompa a vuoto idraulica completa di sistema di condensazione.
  • Sistema di umidificazione con generatore di vapore.
  • Ventilatore di diametro pari a 600 mm.
  • Listelli di alluminio, spessore 20 mm
Schema e dati tecnici EM2V
Descrizione tecnica essiccatoio sottovuoto EM2V