Descrizione degli impianti IMP-VP

Impianti IMP-VP: elevata produttività e bassi costi d'esercizio

L'impregnatore IMP-VP è costituito da una autoclave sovrapposta ad una vasca da interrare. La vasca è destinata al contenimento del liquido impregnante, l'autoclave a quello del legno da trattare, su apposito carrello. Durante la fase di lavoro il liquido impregnante passa dalla vasca all'autoclave che contiene il legname e dopo averne effettuata l'impregnazione, ritorna nel comparto iniziale. Tutto il processo avviene a ciclo automatico. L'impianto opera utilizzando un vuoto massimo di -730 mmHg ed una sovrapressione idraulica di 12 Atm. e può quindi eseguire impregnazioni a cellula piena, a cellula vuota, oppure solo alla periferia dei pezzi. E' l'impianto ideale per trattamenti del legno con soluzioni impregnanti di sali sciolti in acqua.

Un impianto standard è costituito da:

  • Un'autoclave in grado di resistere ad un vuoto di -700 mmHg e ad una pressione di 12 atmosfere.
  • Una vasca di contenimento della soluzione impregnante.
  • Una vasca di dimensioni ridotte per la preparazione della soluzione impregnante.
  • Una pompa del vuoto.
  • Una pompa ad alta pressione.
  • Un quadro elettrico correlato di microprocessore, con possibilità di connessione ad un personal computer.
  • Nel caso di impianti "fuori terra" viene fornita la possibilità di strutturare l'impianto con un'autoclave posta superiormente come cisterna di contenimento della soluzione.

Clicca sull'immagine per schemi e dati tecnici

 

 

 

 

 

 

 

Schema con misure IMP-VPSchema con misure IMP-VP/D